Che cos’è il Transparency and Consent Framework di IAB

Al fine dei meglio gestire le modalità di consenso preventivo ed esplicito regolate dal GDPR, ed obbligatorie per Legge, IAB Europe ha creato uno strumento, chiamato “Transparency and Consent Framework”, che ad oggi consiste in uno standard globale per la raccolta dei consensi degli utenti e la loro condivisione tra i vari attori della filiera (publisher – gli editori, vendor – le società tecnologiche come Fuel Lab, e CMP – Consent Management Provider).

Nello specifico, attraverso il framework è possibile comunicare agli utenti quali dati sono stati raccolti su di loro, come il sito e i suoi vendor intendono utilizzarli e quali vendor li useranno. Per ognuna di queste voci, il sito potrà ottenere l’autorizzazione o il rifiuto, e tale decisione degli utenti sarà poi condivisibile con gli altri attori dell’ecosistema pubblicitario.

Cosa cambia con il Transparency and Consent Framework (TCF) v2.0

Un anno fa, IAB Europe ha ufficializzato il lancio del Transparency and Consent Framework v2.0,  nata da un periodo di 12 mesi di lavoro e controlli sulla base dei feedback ottenuti dai vari player della industry della pubblicità digitale e dopo una serie di incontri con le Autorità per la Protezione dei Dati (DPA) europee.

Tra le principali novità del TCF v2.0 c’è la possibilità per gli utenti di autorizzare o negare il loro consenso alla raccolta e trattamento dei dati, ma anche di applicare il “diritto di obiezione” all’utilizzo di tali informazioni personali. I consumatori hanno anche più controllo su se e come i vendor possono utilizzare certe tipologie di trattamento dei dati, per esempio la geolocalizzazione.

Immesso sul mercato in vista dell’entrata in vigore del GDPR a maggio 2018, il TCF copre circa il 30% della distribuzione della pubblicità programmatica all’interno del mercato europeo ed è ora giunto alla versione 2.0, che rimpiazzerà completamente la versione precedente a partire dal 15 agosto 2020.

La v2 del framework trova anche l’appoggio di Google, che non aveva aderito alla v1. La società ha partecipato attivamente ai lavori sulla seconda versione ed ha ufficialmente dichiarato la volontà di integrarla, allineandosi così al nuovo standard.

Forti delle scelte granulari offerte ai consumatori, già con il TCF v1.1 gli editori potevano adottare nei confronti degli utenti un approccio basato sulla trasparenza e avere il pieno controllo su come i dati degli utenti venivano trattati (e per quali finalità).

La versione 2.0 mantiene ed estende i vantaggi della v1.1, introducendo nuove funzionalità sia per gli utenti che per gli editori.

Se già utilizzate la v1 del TCF, ricordate che dal 15 agosto non sarà più consentito raccogliere consensi tramite questa versione, e la v2 sarà l’unica versione del TCF utilizzabile.

Che effetto ha il GDPR sugli editori e i loro ricavi pubblicitari

E’ importante sapere che essere conformi al GDPR è assolutamente necessario se tra i propri utenti ci sono cittadini europei, pena multe che come abbiamo visto sono molto salate.

Da quando il mercato ha iniziato ad affrontare in maniera decisa l’entrata in vigore del GDPR, sono emerse molte preoccupazioni sugli effetti che la richiesta del consenso sull’utilizzo dei dati avrebbe avuto sul mercato pubblicitario, sempre più data-driven, e di conseguenza sulla capacità di monetizzazione delle web properties. In realtà, dopo un breve periodo di fisiologica confusione all’indomani dell’entrata in vigore del regolamento, durante cui un calo degli acquisti pubblicitari è effettivamente avvenuto, la situazione si è col tempo normalizzata , complice l’adattamento del mercato alle nuove dinamiche e una risposta tutto sommato positiva degli utenti.

Cosa devi fare per essere ancora conforme al GDPR

Sicuramente, una buona strategia è quella di utilizzare una CMP registrata al framework di IAB, e in particolar modo alla sua versione più aggiornata, il TCF 2.0. Fuel Lab lavora a stretto contatto con le migliori CMP e fornisce ai propri clienti integrazioni chiavi in mano, e senza alcun costo aggiuntivo.

 

Ottieni il tuo sconto del 10%

Dimostra che sei umano inserendo il tuo indirizzo email. Questo è importante perchè lo useremo per validare il tuo utilizzo del Coupon al momento dell'acquisto di un corso.

Ecco il tuo codice sconto da utilizzare su corsi.fuellabstudio.com : EARLYBIRD-FL2020-AK57&%

Rimani aggiornato sul Precision Digital Marketing

Non manderemo mai più di una email al mese, e saranno sempre incentrate su importanti novità per mantenere la tua attività online efficiente ed in linea con le normative e le best practices, e qualche offerta stagionale del nostro studio. 

Ok, abbiamo i tuoi dati in custodia e li useremo solo per gli scopi che già conosci.

Pin It on Pinterest

Condividi ora

Fai girare la voce nel tuo Network!