Case History: come superare i grandi Brand con la seo

 La situazione: un’Azienda innovativa operante nel settore del Gelato fatto in casa, appena nata, con un nuovo e-commerce, che necessita di farsi conoscere dai suoi primi clienti.

Il problema: la necessità di portare il nuovo sito web (costruito in fuel LAB) e la sua offerta tramite la ricerca organica, esattamente agli interlocutori corretti per il loro business (persone amante delle ricette golose fatte in casa, che abbiano una gelatiera). La domanda che si faceva il cliente era ” Come superare i grandi Brand con la seo “?

La soluzione:

 

Conversion Engine: come superare i grandi Brand con la SEO.

 

La scelta del Conversion Engine

Perché scegliere un Conversion Engine? Perché è il modo più veloce per posizionarsi in prima pagina sui motori di ricerca (non solo Google) per keyword che hanno molta competizione. Le classiche tecniche SEO non sono certo da accantonare, ma non bastano. Senza contenuto di alta qualità, ricco di ottimizzazioni e di tutte le Best Practice che già si conoscono, sicuramente i crawler non potrebbero leggere correttamente il nostro sito web. Ma ora che queste Best Practice sono implementate da tutti, si fa molta fatica a crescere, e a volte servono anni di costanza prima di vedere dei risultati tangibili. Ecco che il Conversion Engine fa quello che da solo non puoi fare. Se vuoi capire meglio come funziona, visita questa pagina.

Definizione del Goal di Conversione

In questo caso, stiamo parlando di un Woo Engine, ovvero un Conversion Engine pensato per un E-Commerce sviluppato in Woocommerce. Di conseguenza, naturalmente, avevamo due semplici Goal di Conversione.

  • Transazioni (ordini) – conversione principale
  • Iscrizioni alla Newsletter – conversione secondaria
  • Segmentazione per campagne display ultra performanti – Lifetime Value aggiunto*

*In questo caso, creeremo in Analytics un elenco di pubblico da condividere con Google Ads basato sul solo traffico acquisito con l’Engine (grazie all’utilizzo degli UTM) e poi sfrutteremo l’elenco “Similar to” di Google Ads. Et voilà, abbiamo un target di pubblico di centinaia di migliaia di utenti simili a coloro che hanno cercato le Long Tail Keywords della nostra strategia!

Se vuoi scoprire come creare un segmento di targeting altamente performante per le tue campagne Display, scopri questo Case Study.

 

Costruzione Long Tail Keyword

Ora viene il bello. Va fatta un’analisi di mercato, della domanda attiva e della competizione per comprendere esattamente chi è il cliente ideale per questo prodotto (Gelato da fare con la Gelatiera), come cerca, cosa cerca, che parole usa. Tuttavia, la particolarità del Conversion Engine è di portare pubblico caldo alla conversione, dunque è importante centrare non solo i golosi del gelato (che quindi magari lo desiderano già preparato come in gelateria, o confezionato), ma bensì utenti che posseggano una gelatiera.

Ecco che la strategia keyword si è dunque basata sulla presenza delle parole chiave “Gelatiera + Nome Marca Gelatiera” al loro interno, che qualificano la ricerca per l’intento di acquisto.

Esempi:

“Miglior preparato al cioccolato per gelatiera Koenig”

“Ricetta per gelato al limone con gelatiera Simac”

E così via.

Una volta costruita una buona strategia Keyword, mettiamo in funzione il nostro motore di Conversione. E’ qui che accade tutta la magia. Arriviamo così ad avere ben 4.872 Long Tail Keyword, ed una 

A questo punto va creata la Landing page da posizionare per tutte queste chiavi, evitando il Keyword stuffing, e arricchendo ogni singolo link con gli UTM.

Analisi Keyword Stuffing

Una delle cose che ci chiedono sempre i nostri clienti (quasi sempre Agenzie molto qualificate) è:

“Ma questa tecnica è black hat?”

No, non lo è; difatti collaboriamo con una delle più solide realtà SEO in Italia. Quando viene creata una Landing Page per il posizionamento massivo, utilizziamo un sistema informatico di proprietà per assicurarci di non violare alcuno standard e regolamento dei motori di ricerca, evitando così il keyword stuffing ed altre tecniche black hat; non servirebbe a niente, anzi sarebbe un danno al ranking con la potenzialità di una penalizzazione permanente. Mi raccomando, state sempre alla larga dalle tecniche Black Hat; che si tratti di SEO, Click Farm, Like e Follower comprati. Non è mai una strada che vi porterà dei risultati, ma sempre e solo problemi.

Content is King, ed è proprio questa la sfida. Creare una Landing Page che soddisfi ben 4.872 Long Tail Keyword. Che fatica! 🥵

Creazione della Landing Page

Tutto finito? Non proprio.

Ci sono delle cose importanti da specificare circa la Landing Page. Una volta lanciata, essa non potrà più essere modificata, pena la perdita del posizionamento acquisito, quindi è importantissimo pianificare per bene come realizzarla. Per prima cosa, dovrai scegliere un sottodominio in linea con il search intent del tuo utente; questa è una cosa spesso trascurata, mentre è fondamentale perché insieme a Meta Title e Meta Description, è ciò che caratterizzerà la tua CTR. Se il nostro Conversion Engine ti posiziona al primo posto sulla SERP ma la CTR è bassa, stai certo che dopo pochi giorni, il tuo ranking precipiterà.

Inoltre, l’utente non si deve accorgere che sta transitando per un sottodominio; l’esperienza utente (User Experience) è un aspetto fondamentale e a volte trascurato, mentre determina la qualità della permanenza sulla pagina, del traffico e riduce il tasso di uscita. Quindi andiamo a replicare esattamente lo stesso stile del sito web di destinazione, e facciamo si che ogni singolo link sia decorato da UTM.

Così, in Analytics potremo valutare la bontà ed il funzionamento della campagna!

Lancio dell’Engine

Quando è tutto pronto, comunichiamo l’intero progetto ai motori di ricerca, e a quel punto bisogna solo sedersi ed aspettare con un bel drink in mano e… ci avete creduto? Esatto. Il Marketing Digitale non dorme mai, quindi potrete usare il periodo di tempo necessario all’indicizzazione sui motori di ricerca (1-3 mesi a seconda del numero di Keyword dunque di Pagine) per creare Contenuto di Qualità per le vostre pagine ai quali punta l’Engine, perché per mantenere il Ranking, bisogna lavorare costantemente.

Il risultato:

Grazie al nostro Conversion Engine ad un solo mese dal lancio (ecco perché i dati sono in piccolo numero, come vedi dallo screenshot qua sotto), abbiamo posizionato l’Azienda sopra a protagonisti nazionali come Giallo Zafferano, Spadellandia, Cucina.it, e molti altri.

 

Non solo; come è proprietà distintiva dei Conversion Engine, il traffico è di altissima qualità, con a sole poche settimane dall’inizio della raccolta dei dati un Tasso di conversione superiore al 3%, un Bounce Rate inferiore al 30% e ben 15 pagine per sessione!

Ti è piaciuta questa tecnica? Hai domande o vuoi proporre qualche cambiamento? Lascia un commento, siamo sempre felici di discuterne con la nostra community! 

Impara qualcosa di nuovo anche il mese prossimo.
Inserisci la tua email, e ti manderemo, molto raramente, nuovi contenuti e guide!
Resti con noi?
Impara qualcosa di nuovo anche il mese prossimo.
Inserisci la tua email, e ti manderemo, molto raramente, nuovi contenuti e guide!
Resti con noi?